Articolo pubblicato il 8 Agosto 2022

Il parco giochi pubblico deve soddisfare determinati requisiti in materia di produzione, progettazione, manutenzione, gestione e segnaletica per garantire la sicurezza.

La norma europea sulla progettazione dei parchi gioco, pur promuovendo regole definite e puntuali, prevede un certo grado di libertà per la progettazione dei giochi allo scopo di rispettare la valenza ludica e formativa del prodotto.

Infatti, i bambini hanno bisogno di misurarsi con i pericoli (calcolati), imparare a scoprire e sfidare i propri limiti per poter crescere.

Giocando, sperimentano e si abituano a gestire il vuoto e le altezze, l’equilibrio, la scivolata, la scalata e altro ancora. Un primo suggerimento, per gli accompagnatori dei piccoli fruitori, è quello di “rispettare” i tempi e le abilità del bambino.

Infatti, può succedere che, a seguito di un aiuto da parte di un adulto, i bambini si ritrovino su una parte di gioco troppo difficile per le proprie abilità.

La difficoltà dell’accesso è commisurata alle caratteristiche della struttura ludica.

Ma come si può verificare che il parco giochi sia sicuro?!

Di seguito 5 modi per appurarlo e per godersi una giornata all’insegna della tranquillità:

1 – CONTROLLO TARGHETTA SULLA STRUTTURA LUDICA – su ogni gioco deve essere presente una targhetta su cui viene indicata la certificazione (EN1176) e l’età d’uso;

2 – PAVIMENTAZIONE ANTITRAUMA – se i giochi installati hanno un altezza di caduta superiore a 1 metro sarà sicuramente presente una pavimentazione anti-trauma, la quale potrà essere in gomma colata, in gomma a piastre, oppure di tipo naturale (corteccia, ghiaino pisello o sabbia). L’importante è che sia presente e in buone condizioni: non ci devono essere crepe sulla pavimentazione in gomma e ci deve essere abbastanza materiale, nell’intorno del gioco, per la pavimentazione naturale;

3 – C’È ABBASTANZA DISTANZA TRA LE ATTREZZATURE LUDICHE? – quando si progetta un’area ludica è molto importante rispettare la cosiddetta “area d’impatto”, un’area immaginaria, di sicurezza, presente intorno alla struttura. Se non si rispetta questa distanza l’area non risulterà a norma e i rischi aumenteranno. Nella rappresentazione in pianta dei nostri prodotti noterete sicuramente quest’area immaginaria, in questo modo potrete farvi un’idea delle dimensioni necessarie.

4 – QUANTO SONO USURATE LE STRUTTURE CHE SI UTILIZZANO?Controllare che le attrezzature siano in buone condizioni: che non ci devono essere fessure sulle parti in legno, le corde devono essere ben ancorate, le superfici delle piattaforme non devono essere scivolose, ecc…;

5 – PRESENZA DI FUNZIONI LUDICHE – un’attrezzatura ludica non deve essere un elemento di arredo urbano, ma uno strumento di crescita ricco di funzioni ludiche stimolanti che possano spronare continuamente il bambino mantenendo alto il livello di concentrazione. Infatti, se i percorsi sono troppo semplici e scontati col passare del tempo non ci si concentra più ed è molto più facile distrarsi e farsi male.

Come fare se si nota l’assenza di una di queste caratteristiche?

Bisogna informare il proprietario del parco cosicchè lui possa contattare il fornitore delle attrezzature ludiche segnalando il problema. Successivamente sarà il fornitore a valutare e sistemare il problema.

In qualsiasi area giochi, non è però possibile eliminare completamente i rischi, che dipendono da:

  • comportamenti dei bambini e dei loro accompagnatori;
  • attrezzature installate, ovvero dalla qualità dell’allestimento dell’area giochi.

Contattaci compilando il form per ricevere più informazioni e per iniziare a progettare con noi un parco giochi sicuro ma super divertente!

Contact
I campi contrassegnati con un * sono obbligatori

Recentemente

Un’area giochi inclusiva come simbolo di rinascita e territorialità.

Articolo pubblicato il 4 Luglio 2022

Un nuovo look per la storica area giochi a Castelnuovo Scrivia (AL). Nel mese di Marzo è stata inaugurata, a Castelnuovo Scrivia, un’area giochi inclusiva Proludic. L’area giochi inclusiva trae ispirazione da elementi territoriali e di attualità. Alla base della richiesta del cliente vi era, infatti, la voglia di ripartire dopo il secondo lockdown causato...

Proludic “approvata” da Bandiera Lilla per i suoi prodotti inclusivi per parchi.

Articolo pubblicato il 17 Maggio 2022

Bandiera Lilla, società che dal 2012 si occupa di sviluppare l’inclusività turistica delle varie città italiane, ha recentemente approvato i prodotti inclusivi per parchi pubblici Proludic suggerendoli alle amministrazioni pubbliche che vogliono intraprendere il percorso per essere insigniti della “Bandiera Lilla”. Il riconoscimento “Bandiera Lilla”, nato nel 2012, mira a premiare e valorizzare i comuni...