Nuovo parco giochi inclusivo per Proludic, in collaborazione con Giovanni Galli

Foto 18-11-17, 11 50 45

L’area giochi dal nome “Il Calcio, un gioco per tutti”, studiata e progettata come inclusiva e accessibile al maggior numero di bambini possibile, conciliando le diverse esigenze e disabilità, è stata inaugurata lo scorso novembre alla presenza del Ministro dello sport Luca Lotti e del Sindaco di Firenze Dario Nardella, presso i giardini di Viale Manfredo Fanti a Firenze.

 

Il tema del parco è il calcio e le strutture ludiche, appositamente prodotte da Proludic srl, rappresentano elementi che caratterizzano un tipico stadio di calcio: gli spogliatoi, le tribune, le porte ed ovviamente il pallone.

Come si evince dalle immagini, in modo figurativo, dall’ingresso 1 si ha accesso ai tornelli (giostra inclusiva) e, attraverso un breve vialetto, si arriva subito allo stadio attraverso la biglietteria (i giochi multifunzione). I “giocatori”, prima di entrare in campo, devono passare dagli spogliatoi (panchette sotto le scale), mentre i tifosi si sistemano sulle tribune (scalinate) e addetti stampa e cronisti si accomodano nelle loro postazioni (ponte di collegamento tra le due torri) utilizzando il tubofono.

In seguito i calciatori entrano in campo…solo il tempo di una veloce fotografia prima della partita (pannello ludico) e si sente il fischio del calcio di inizio: i portieri delle due squadre si spostano da una parte all’altra delle porte cercando di fermare i tiri degli avversari (altalene), la palla rotola nel campo (gioco a molla) e i giocatori si cimentano in acrobazie aeree (tappeto elastico su collinetta). Alla fine della partita tutti possono festeggiare scivolando giù dallo scivolo o arrampicandosi sulla rete.

Le forme, i colori, le consistenze delle strutture e il progetto Proludic sono perfetti per stimolare i sensi, compensare le deficienze e aiutare allo sviluppo favorendo l’integrazione  e rompendo l’isolamento.

Il progetto è stato realizzato su mandato della Fondazione Niccolò Galli Onlus. Dopo il ritiro dal calcio giocato e dopo essere stato colpito da un gravissimo lutto come la perdita del figlio Niccolò, Giovanni Galli, uno dei più importanti portieri italiani di serie A degli anni ottanta, campione del mondo con l’Italia nel 1982. e la sua famiglia hanno infatti deciso di dare vita, in suo ricordo, alla Fondazione dedita alla realizzazione di iniziative di assistenza sociale e socio-sanitaria per i giovani…da qui l’idea del parco inclusivo.

www.niccoclub.it

Ecco il video dell’inaugurazione